Il progetto per l’alfabetizzazione economico-finanziaria dei giovani nelle scuole

“Young Factor, un dialogo tra giovani, economia e finanza”. Per la prima volta il Vicepresidente della BCE e 6 Governatori di Banche Centrali europee incontrano i giovani per dialogare sul futuro all’insegna dell’Europa.

Due giorni di incontri e dibattiti con i protagonisti del mondo economico e finanziario. Per la prima volta il Vicepresidente della BCE e 6 Governatori di Banche Centrali europee incontrano i giovani per dialogare sul futuro all’insegna dell’Europa.

 

 

E’ stata fissata per il 15 e 16 giugno 2021 la seconda edizione dell’evento “Young Factor, un dialogo tra giovani, economia e finanza” promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani – Editori. Due giorni di incontri e dibattiti sul futuro e all’insegna dell’Europa.

 

Protagonisti dell’incontro, che hanno raccolto l’invito di Andrea Ceccherini, saranno il Vicepresidente della BCE, Luis De Guindos, e sei Governatori di Banche Centrali europee, Francia (François Villeroy de Galhau), Germania (Jens Weidmann), Italia (Ignazio Visco), Olanda (Klaas Knot), Portogallo (Carlos Costa) e Spagna (Pablo Hernández de Cos).

 

A spiegare i contenuti e lo spirito dell’iniziativa è il Presidente dell’Osservatorio, Andrea Ceccherini. 

 

“La nostra due giorni di lavori vuol rappresentare un segno di fiducia nel futuro, offrendo un tavolo internazionale di confronto che vedrà giovani di tutta Europa confrontarsi, da pari a pari, con alcuni tra i più autorevoli Governatori delle Banche Centrali europee, per discutere di economia e finanza e soprattutto per dialogare insieme sul futuro.

Siamo consapevoli che l’ignoranza costa. E l’ignoranza economico- finanziaria costa cara. Proprio per questo è nato sei anni fa il nostro progetto “Young Factor”, che rincorre l’ambizione di elevare l’alfabetizzazione economico – finanziaria, a scuola, tra i giovani, convinti come siamo che essa sia un elemento competitivo essenziale, non solo per la ricerca di un’occupazione all’altezza degli studi, ma anche per il pieno esercizio dei più elementari diritti di cittadinanza.”

 

“Con l’evento di Milano – prosegue Ceccherini -questo nostro progetto Young Factor, oggi leader in Italia, muove il  primo passo nel processo di internazionalizzazione, divenendo una piattaforma a disposizione di tutti quei paesi europei che vorranno adottarla, nella prospettiva di fare della sfida di elevare l’alfabetizzazione economico-finanziaria dei giovani e il loro senso di appartenenza all’Unione Europea, due bandiere distintive della nostra Comunità.

Il nostro obiettivo è rendere i giovani più capaci di capire le dinamiche economiche che, volenti o nolenti, governano il mondo. Anche il loro mondo, rendendoli più padroni di un lessico economico e finanziario che vorremmo divenisse familiare, in modo da aiutarli a capirsi. Solo comprendendosi gli uni con gli altri, i ragazzi italiani con quelli tedeschi, i ragazzi spagnoli con quelli olandesi, potremmo continuare a camminare insieme in Europa. Dobbiamo ricordarci tutti che da soli, a volte, si può anche andare più veloci, ma è solo insieme che si può andare più lontano.

Per l’Osservatorio Permanente Giovani- Editori e per Intesa San Paolo, che è nostro partner in questa sfida, – conclude il Presidente dell’Osservatorio – questo evento vuol essere un doveroso omaggio alla città di Milano e un concreto contributo al percorso di ricostruzione e ripresa economica del nostro Paese.” 

 

L’appuntamento di Milano 2021, che sarà condotto da Maria Latella, prosegue il cammino avviato anni fa dall’Osservatorio.

L’evento nasce infatti nell’ambito del progetto “Young Factor”, un’iniziativa di economic e financial-literacy che ha visto e continua a vedere la partecipazione di molti Governatori di Banche Centrali Europee.

Obiettivo del progetto è quello elevare il livello di alfabetizzazione economico-finanziaria dei più giovani, impegno particolarmente sentito da Intesa Sanpaolo che, come Banca leader in Europa, è un punto di riferimento per l’inclusione sociale e culturale.

 

Compagni di viaggio nel percorso di economic and financial-literacy dell’Osservatorio, oltre a Intesa Sanpaolo, anche altri tre grandi istituti bancari del nostro Paese: UBI Banca, UniCredit e Banca Monte dei Paschi di Siena, che da anni sostengono nella scuola secondaria superiore il progetto di educazione finanziaria rivolto ai giovani, che solo in questo anno scolastico, conta oltre 617.188 studenti coinvolti, essendo ormai divenuto il progetto italiano leader in questo campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *