Category Archives: news

You are here: Home » Category: "news"

Francois VILLEROY DE GALHAU ospite dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori

Un altro grande incontro a Firenze al Teatro Odeon di Firenze si è tenuto oggi nel contesto della terza edizione del progetto “Young Factor” a.s. 2016/2017 promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani – Editori davanti a oltre 1000 studenti italiani che partecipano all’iniziativa. L’appuntamento che prosegue il cammino già avviato, ormai da anni, dall’Osservatorio nel rilanciare una nuova sfida civile e sociale, tesa a elevare il livello di alfabetizzazione economico – finanziaria degli studenti, promosso in partnership con Intesa Sanpaolo, Banca Monte dei Paschi Siena e Unicredit, ha avuto come ospite d’eccezione il Governatore della Banca di Francia Francois Villeroy de Galhau.

Allo stesso ciclo, hanno già preso parte, nelle scorse edizioni anche il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, Jean-Claude Trichet già Presidente della Banca Centrale Europea, ed il Governatore della Deutsche Bundesbank, Jens Weidmann, il Governatore della Banca d’Olanda Klass Knot e il Governatore della Banca di Spagna Luis M. Linde. “Young Factor” è attualmente l’iniziativa di alfabetizzazione economico – finanziaria leader nel Paese per numero di studenti coinvolti nelle scuole secondarie superiori. Un progetto teso a elevare il livello di alfabetizzazione economico – finanziaria degli studenti delle scuole secondarie superiori italiane. Un progetto così giovane ma che già ha riscosso molto successo. Il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccherini  nel corso del suo intervento introduttivo, ha sottolineato che “L’ignoranza costa. E l’ignoranza economico – finanziaria costa cara.  Noi dell’Osservatorio crediamo che laddove c’è più ignoranza si debba rispondere con più educazione. “Young Factor” è  nato per questo, per promuovere una grande opera di alfabetizzazione economico finanziaria nelle scuole secondarie superiori del Paese. E il fatto che già oggi mezzo milione di studenti ci segua è un segno che da fiducia e coraggio. Un segno che dimostra che c’è una generazione che non si è rassegnata all’idea di  lasciare il Paese indietro, ma che fa la sua parte, per spingerlo avanti.”

Condotto dal Vice direttore del Corriere della Sera Federico Fubini, ha visto come protagonista il Governatore della Banca Centrale di Francia che, incalzato dalle domande di Fubini e soprattutto da quelle degli studenti in sala ha affrontato vari temi: dall’Europa all’Euro, dalla crisi mondiale che ha colpito molti paesi in questi anni a quale è l’immagine che hanno, dell’Italia e degli italiani, i paesi Europei, fino all’importanza e alla necessità di una maggiore alfabetizzazione economico-finanziaria dei giovani. Il Governatore della Banca di Francia Francois Villeroy de Galhau aprendo il suo intervento rivolgendosi alla platea del teatro gremito con 1000 studenti provenienti da tutta Italia ha detto: “grazie per l’invito di Andrea e grazie all’Osservatorio Permanente Giovani – Editori per avermi invitato oggi a Firenze a parlare con Voi giovani” . Poi quando sono iniziate le domande degli studenti del pubblico ha voluto complimentarsi con loro dicendo: “sono impressionato dal livello delle vostre domande. Sono abituato a quelle dei giornalisti ma anche le vostre sono veramente appropriate e interessanti”. Una particolare attenzione Il Governatore Villeroy, intervenuto nel giorno in cui si festeggiava il 25°anniversario del Trattato di Maastricht, lo ha riservato proprio a questa celebrazione e al significato che ha rappresentato in questi anni presentando dati a confronto tra il prima e il dopo l’ingresso del Trattato. 


Luis M. Linde ospite dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori

Si è tenuto oggi l’incontro d’inaugurazione della terza edizione del progetto “Young Factor” a.s. 2016/2017 promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani – Editori presieduto da Andrea Ceccherini e con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Banca Monte dei Paschi di Siena e UniCredit, davanti a oltre 800 studenti italiani che partecipano all’iniziativa. L’appuntamento che prosegue il cammino già avviato, ormai da anni, dall’Osservatorio nel rilanciare una nuova sfida civile e sociale, tesa a elevare il livello di alfabetizzazione economico–finanziaria degli studenti, ha avuto come ospite d’eccezione il Governatore della Banca di Spagna Luis M. Linde. All’incontro è intervenuto anche il già Presidente della BCE Jean-Claude Trichet.

Allo stesso ciclo, hanno già preso parte, nelle scorse edizioni anche il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, Jean-Claude Trichet già Presidente della Banca Centrale Europea, ed il Governatore della Deutsche Bundesbank, Jens Weidmann e il Governatore della Banca d’Olanda Klass Knot.

“Young Factor” è attualmente l’iniziativa di alfabetizzazione economico-finanziaria leader nel Paese per numero di studenti coinvolti nelle scuole secondarie superiori. Un progetto teso a elevare il livello di alfabetizzazione economico–finanziaria degli studenti delle scuole secondarie superiori italiane. Un progetto così giovane ma che già ha riscosso molto successo.

Il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccherini  nel corso del suo intervento introduttivo, ha sottolineato che “L’ignoranza costa sempre. E l’ignoranza in campo economico-finanziario costa molto cara. Con il nostro progetto “Young Factor” puntiamo ad alfabetizzare una nuova generazione a questi temi. L’obiettivo è  quello di dare ai giovani degli strumenti in più per essere sempre più padroni di se stessi,  contribuendo così a renderli sempre meno sudditi e sempre più cittadini, sempre meno spettatori e sempre più attori. Non solo nella democrazia, ma anche nel mercato

Condotto dal direttore de Il Sole 24 Ore Roberto Napoletano, ha visto come protagonista il Governatore della Banca Centrale di Spagna che, incalzato dalle domande di Napoletano e da quelle degli studenti in sala ha affrontato vari temi: dall’Europa all’Euro, dalla crisi mondiale che ha colpito molti paesi in questi anni a quale è l’immagine che hanno, dell’Italia e degli italiani, i paesi Europei, la situazione dell’economia spagnola e le riforme fatte per aiutare il paese iberico per farlo tornare competitivo, fino all’importanza e alla necessità di una maggiore alfabetizzazione economico-finanziaria dei giovani.‎

Vorrei prima di tutto ringraziare l’Osservatorio e il suo Presidente Andrea Ceccherini per questo invito, sono molto colpito dal numero di giovani presenti in sala – ha dichiarato il Governatore Linde in apertura d’incontro – e sono molto contento di essere qui per parlare di un tema come quello dell’importanza dell’alfabetizzazione economica-finanziaria dei giovani che l’Osservatorio porta avanti egregiamente”.

Nel corso dell’incontro anche l’ex Presidente della BCE Jean-Claude Trichet, intervistato dall’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli dichiarando: “‎grazie prima di tutto prima di tutto ad Andrea Ceccherini per avermi invitato nuovamente, ho ancora impresso la bellissima discussione avuta due anni fa con i vostri coetanei e sono pronto a mettermi nelle vostre mani per delle domande molto incisive”. Anche Trichet ha avuto modo di affrontare il tema Euro, Europa e il suo futuro.‎ Gli studenti‎ hanno sottoposto i due illustri ospiti ad un fuoco di fila di domande, che hanno reso la discussione ‎molto interessante.

Klaas Knot ospite dell’Osservatorio Permanente Giovani–Editori

E’ stato il Governatore della Banca Centrale d’Olanda Klaas Knot, in un Odeon tutto esaurito per la partecipazione di oltre settecento studenti delle scuole secondarie superiori italiane, l’ospite dei grandi incontri del progetto “Young Factor” promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani – Editori, presieduto da Andrea Ceccherini, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena e Unicredit. L’incontro prosegue il cammino già avviato, ormai da anni, dall’Osservatorio Permanente Giovani – Editori nel rilanciare una nuova sfida civile e sociale, tesa a elevare il livello di alfabetizzazione economico – finanziaria degli studenti. Allo stesso ciclo già preso parte il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, Jean-Claude Trichet già Presidente della Banca Centrale Europea, ed il Governatore della Deutsche Bundesbank, Jens Weidmann.
“Young Factor” è attualmente l’iniziativa di alfabetizzazione economico – finanziaria leader nel Paese per numero di studenti coinvolti nelle scuole secondarie superiori. Un progetto teso a elevare il livello di alfabetizzazione economico – finanziaria degli studenti italiani. Nell’anno scolastico 2015/2016, 500.207 studenti delle scuole secondarie superiori italiane. Un vero record di partecipazione per un progetto così giovane. Il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccherini nel corso del suo intervento introduttivo, ha sottolineato che “esiste una relazione diretta tra stabilità finanziaria e alfabetizzazione economica – finanziaria. Tanto è più elevata la seconda, quanto è più elevata la prima. Dove la cultura economico finanziaria è più debole, la crisi è più forte. Vorrà dire qualcosa – si è chiesto Ceccherini – se i Paesi che in Europa hanno meno cultura economico finanziaria sono stati proprio quelli colpiti più duramente dalla crisi. Vorrà dire, forse, che esiste una relazione proporzionale inversa: meno cultura, più crisi”. Nel proseguire il suo intervento il Presidente Ceccherini dell’Osservatorio ha sottolineato che “l’ignoranza costa, e l’ignoranza economico finanziaria sta costando un prezzo altissimo al nostro Paese. Occorre reagire con coraggio, e all’ignoranza vogliamo opporre più educazione. E’ sotto questo segno che nasce la nostra nuova sfida: alfabetizzare le giovani generazioni in ambito economico finanziario, per renderle più competitive e per lasciarsi, al più presto, alle spalle la crisi che ci tormenta”. L’incontro, condotto dal direttore di Quotidiano Nazionale Andrea Cangini, ha visto come protagonista il Governatore della Banca Centrale d’Olanda che, incalzato dalle domande di Cangini e da quelle degli studenti in sala ha affrontato vari temi: dall’Europa all’Euro, dalla crisi mondiale che ha colpito molti paesi in questi anni a quale è l’immagine che hanno, dell’Italia e degli italiani, i paesi del Nord Europa, fino all’importanza e alla necessità di una maggiore educazione economico-finanziaria dei giovani.
“In Europa – ha detto Klaas Knot – esiste una differenza economica e finanziaria tra i Paesi del nord e del sud del continente. Ma, l’Italia soprattutto, può giocare sulla ricchezza della propria diversità. L’Italia ha un brand conosciuto in tutto in tutto il mondo, una capacità creativa, manifatturiera e di design uniche. Su questa ricchezza l’Italia può competere a livello internazionale”.
Poi, rivolgendosi ai giovani arrivati dalle scuole di tutta Italia, Knot ha sottolineato con forza che “la formazione economica e finanziaria rappresenta la chiave per iniziare a capire, a prendere le posizioni corrette. E’ un percorso che vi sarà concretamente utile nel corso della vostra vita, quando acquisterete la prima auto, la prima casa, quando dovrete fare i primi investimenti e capire dove mettere i vostri soldi. Qualcosa che, probabilmente, iniziate già a vedere ora che forse avete i primi budget a disposizione. Una buona educazione economica e finanziaria è senza dubbio un elemento in grado di contribuire alla stabilità finanziaria. Che, a sua volta, è alla base di una crescita finanziaria responsabile. Per questo dico che iniziative come ‘Young Factor’, insieme al lavoro svolto dall’Osservatorio, sono realmente importanti per la crescita delle giovani generazioni”.

Ferruccio de Bortoli nominato nell'Advisory Board dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori

Ferruccio de Bortoli è stato nominato componente dell’Advisory Board dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori. Lo ha annunciato il Presidente dell’Organizzazione Andrea Ceccherini. Ferruccio de Bortoli entrerà così a far parte dell’organo dedicato a sovrintendere la sfida tesa all’alfabetizzazione economico – finanziaria dei giovani, andando ad affiancare‎ Jean Claude Trichet, Gabriele Galateri di Genola, Federico Ghizzoni, Carlo Messina, Fabrizio Saccomanni, Fabrizio Viola ed Andrea Ceccherini. Sfida che l’Osservatorio conduce, attraverso il progetto “Young Factor”, che in questo anno scolastico sta coinvolgendo oltre mezzo milione di studenti nelle sole scuole secondarie superiori di tutto il Paese, conquistando così l’assoluta leadership in questo campo.
Un progetto che, proprio quindici giorni fa, il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha voluto pubblicamente apprezzare definendolo “prezioso e di assoluto valore civile e sociale”, esprimendo per questo gratitudine verso i tre istituti bancari che lo stanno sostenendo.
“Sono orgoglioso di poter dare il benvenuto in Osservatorio a Ferruccio de Bortoli – ha dichiarato Andrea Ceccherini – un professionista che stimo, e che – sono convinto – saprà portare all’interno della nostra Organizzazione, un contributo di qualità e un punto di vista di valore”.

Jens Weidmann ospite dell’Osservatorio Permanente Giovani–Editori

E’ stata inaugurata quest’oggi a Firenze, alla presenza di Jens Weidmann, in un Teatro Odeon tutto esaurito per la partecipazione di oltre 800 studenti delle scuole secondarie superiori italiane, la seconda edizione del progetto “Young Factor” promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani–Editori, presieduto da Andrea Ceccherini, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena e UniCredit.
“Young Factor” è attualmente l’iniziativa di alfabetizzazione economico-finanziaria leader nel Paese per numero di studenti coinvolti nelle scuole secondarie superiori. Un progetto teso a elevare il livello di alfabetizzazione economico–finanziaria degli studenti italiani.
Dal 6 Ottobre prenderà il via la seconda edizione del progetto nazionale “Young Factor” teso a diffondere una maggior cultura economico-finanziaria nelle giovani generazioni del nostro Paese.
Coinvolgerà, nell’anno scolastico 2015/2016, 500.207 studenti delle scuole secondarie superiori italiane. Un vero record di partecipazione per un progetto così giovane. Il dato è stato reso pubblico oggi alla presenza, sul palco del convegno, di due dei tre rappresentanti delle banche che sostengono il progetto Federico Ghizzoni Ceo UniCredit e Fabrizio Viola Ad Banca Mps.
Il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori Andrea Ceccherini ha dichiarato nel corso del suo intervento, riferendosi alla partecipazione del Governatore della Bundesbank Jens Weidmann, che: “Ci convince l’idea che l’ignoranza costi e che l’ignoranza economico finanziaria costi cara. Ci unisce l’obiettivo di lavorare, ognuno nel suo campo, per elevare l’alfabetizzazione economico-finanziaria dei cittadini, convinti come siamo, che l’investimento in conoscenza sia quello che paga il più alto tasso d’interesse. Come sosteneva Benjamin Franklin”.
L’incontro condotto dal direttore de Il Sole 24 Ore Roberto Napoletano insieme a Maria Concetta Mattei giornalista del TG2 ha visto come protagonista il Governatore della Banca Centrale Tedesca che, incalzato dalle domande di Napoletano e in particolar modo da quelle degli studenti presenti in sala, ha affrontato vari temi dall’Europa all’Euro, dalla crisi mondiale che ha colpito molti paesi in questi anni fino all’importanza e alla necessità di una maggiore educazione economico-finanziaria dei giovani.
“Sono molto contento di essere qui a parlare con Voi – ha dichiarato Jens Weidmann e ho accettato ben volentieri l’invito di Andrea a venire a parlare di questi temi perché a Noi stanno molto a cuore. Infatti avere una popolazione che capisca di temi economici serve perché dà supporto e stabilità alle banche centrali e all’economia “.
La giornata di Weidmann a Firenze dopo il dibattito con gli studenti italiani è proseguita con un incontro con la stampa italiana ed estera. L’appuntamento è stata l’occasione insieme al Presidente Andrea Ceccherini di parlare con il Governatore Weidmann dell’esito dell’incontro che lo ha visto partecipare nel pomeriggio dello stesso giorno ad un evento con 800 studenti che prendono parte al progetto “Young Factor” promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani–Editori oltre che a parlare dei temi di più stretta attualità: Quantitative Easing, Volkswagen, Cina e questione migranti.

Il Governatore della Bundesbank Jens Weidmann accoglie l'invito di Andrea Ceccherini e sarà ospite a Firenze dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori

Sarà il Governatore della Bundesbank Jens Weidmann il prossimo degli ospiti internazionali che calcheranno il palco dei grandi eventi dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori.
Dopo l’ex Governatore della BCE Jean Claude Trichet, che l’anno scorso accolse l’invito del Presidente dell’Osservatorio Andrea Ceccherini, e decise di tenere a battesimo personalmente l’esordio del progetto di alfabetizzazione economico-finanziaria “Young Factor”, quest’anno sarà il numero uno della Deutsche Bundesbank a partecipare, insieme ad Andrea Ceccherini, ad un incontro con gli studenti italiani, dedicato ad aprire loro gli occhi sull’importanza di acquisire una solida cultura economico-finanziaria, per essere cittadini più liberi e più padroni di se stessi. L’incontro, che si terrà il 25 Settembre a Firenze, coinciderà con il lancio della seconda edizione di “Young Factor”, un’iniziativa che ha ormai conquistato oltre 330.000 studenti nelle scuole secondarie superiori di tutto il Paese e che punta, in questo nuovo anno scolastico, a traguardare il mezzo milione di giovani coinvolti.
Sarà Roberto Napoletano, direttore de Il Sole 24 Ore, a intervistare il Governatore Weidmann mentre Maria Concetta Mattei, giornalista del TG2 Rai, modererà il botta e risposta dei giovani con il numero uno della Bundesbank.
“Young Factor”, sostenuto da Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena e UniCredit, è attualmente il progetto di alfabetizzazione economico-finanziaria leader nel Paese per numero di studenti coinvolti nelle scuole secondarie superiori e affianca l’altra grande iniziativa dell’Organizzazione, “Il Quotidiano in Classe”, che nell’edizione scorsa ha superato i 2 milioni di studenti partecipanti al progetto.

Nominato l'Advisory Board dell'Osservatorio dedicato al progetto di alfabetizzazione economico-finanziaria

L’Ufficio di Presidenza dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori ha nominato l’Advisory Board dell’Organizzazione.

Nell’Advisory Board dell’Organizzazione, accogliendo l’invito di Andrea Ceccherini, sono stati nominati, con voto unanime, dall’Ufficio di Presidenza dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori : Gabriele Galateri di Genola, Presidente di Generali, Federico Ghizzoni Amministratore Delegato di Unicredit, Carlo Messina Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo, Fabrizio Saccomani già direttore Generale di Banca d’Italia, Jean-Claude Trichet già Governatore della Banca Centrale Europea, Fabrizio Viola, amministratore delegato di Banca Monte dei Paschi di Siena, oltre al Presidente dell’Osservatorio stesso.

L’Advisory Board dell’Organizzazione è l’organo dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori, cui è demandata la regia strategica di “Young Factor” e  il compito di definire l’indirizzo da imprimere ai progetti dedicati all’alfabetizzazione economico – finanziaria dei giovani.

Siamo orgogliosi del livello delle leadership che si sono messe personalmente in gioco intorno al nostro progetto di alfabetizzazione economico finanziaria, e crediamo che la loro autorevolezza garantirà l’indipendenza della nostra iniziativa e la sua apertura internazionale” – con queste parole il numero uno dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori Andrea Ceccherini – ha voluto commentare la composizione del nuovo organo statutario dell’Organizzazione.

Attualmente l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, accanto al progetto “Il Quotidiano in Classe”, porta avanti anche “Young Factor”, l’iniziativa di alfabetizzazione economico finanziaria dei giovani, coinvolgendo in questo primo anno scolastico oltre 330.000 studenti delle scuole superiori italiani, ma puntando a traguardare, nell’ambito del prossimo quinquennio, un milione di studenti partecipanti, per renderla l’iniziativa leader di educazione economico finanziaria, svolta nelle scuole secondarie superiori d’Europa.

Jean-Claude Trichet lancia la prima edizione del progetto “Young Factor”

E’ stata inaugurata quest’oggi a Firenze, alla presenza di Jean-Claude Trichet, difronte a oltre 300 studenti delle scuole secondarie superiori italiane, la prima edizione del progetto “Young Factor” promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani–Editori, presieduto da Andrea Ceccherini, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena e UniCredit.

Dopo l’evento di Milano del maggio scorso nel corso del quale Carlo Messina (Ceo Intesa Sanpaolo), Federico Ghizzoni (Ceo UniCredit) e Fabrizio Viola (AD Banca MPS) hanno accolto l’appello lanciato dal Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori Andrea Ceccherini e hanno sottoscritto con lui un’alleanza strategica, firmando il protocollo di intesa, che ha dato vita all’impegno di realizzare un’iniziativa tesa a elevare l’alfabetizzazione economico-finanziaria dei giovani italiani.

A distanza di sei mesi si è passati dalle parole ai fatti e con oggi prende il via il progetto nazionale “Young Factor” teso a diffondere una maggior cultura economico-finanziaria nelle giovani generazioni del nostro Paese e che coinvolge già nell’anno scolastico 2014/2015, primo anno di attività del progetto, 330.081 studenti delle scuole secondarie superiori italiane.
“Dove la cultura economico finanziaria è più debole, la crisi è più forte. Sono quanto il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccherini ha dichiarato nel corso del suo intervento. Vorrà dire qualcosa – si e’ chiesto, proseguendo, Ceccherini – se proprio i Paesi che in Europa hanno meno cultura economico-finanziaria sono stati proprio quelli che la crisi ha colpito più duramente? Vorrà dire, forse, che esiste una relazione proporzionale inversa: meno cultura, più crisi.L’ignoranza costa, e l’ignoranza economico finanziaria sta costando un prezzo altissimo al nostro Paese. Occorre reagire con coraggio, e all’ignoranza vogliamo opporre più educazione. E’ sotto questo segno – ha concluso Andrea Ceccherini – che nasce la nostra nuova sfida: alfabetizzare le giovani generazioni in ambito economico-finanziario”.

L’incontro condotto dal direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli ha visto come protagonista dell’Ex-Governatore della Banca Centrale Europa Jean-Claude Trichet che, incalzato dalle domande di de Bortoli e degli studenti presenti in sala ha affrontato vari temi dall’Europa, all’Euro dalla crisi mondiale che ha colpito molti paesi in questi anni fino all’importanza e alla necessità di una maggiore educazione economico-finanziaria dei giovani.

“Ritengo sia molto importante che tutti i giovani abbiano una conoscenza pertinente dell’economia e della finanza – ha dichiarato Jean Claude Trichet – Soprattutto e’ importante che abbiano una percezione chiara di una finanza solida, progetti come quelli di Young Fa‎ctor – ha concluso l’ex governatore della BCE- sono un bene”.